Aristotele nella Poetica spiega la natura della poesia utilizzando, senza spiegarla, la nozione di mimesis che è terminus technicus della tradizione accademica. Il volume raccoglie i risultati di un’indagine condotta sui dialoghi di Platone al fine di comprendere i molti significati della mimesis e giunge a proporne la traduzione unitaria in termini non già di imitazione ma di rappresentazione.

mimesis, Rappresentazione, teatro e mondo nei dialoghi di Platone e nella "Poetica" di Aristotele

PALUMBO, LIDIA
2008

Abstract

Aristotele nella Poetica spiega la natura della poesia utilizzando, senza spiegarla, la nozione di mimesis che è terminus technicus della tradizione accademica. Il volume raccoglie i risultati di un’indagine condotta sui dialoghi di Platone al fine di comprendere i molti significati della mimesis e giunge a proporne la traduzione unitaria in termini non già di imitazione ma di rappresentazione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mimesi IV Bozza.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 2.12 MB
Formato Adobe PDF
2.12 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/357936
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact