Viene presentato un contributo di ricerca-intervento che si è posto l’obiettivo di affrontare il tema della promozione della salute relativamente ad alimentazione, esercizio fisico, sessualità, uso dell’alcol e del tabacco, aderendo ad un’ottica globale ed integrata, in linea con l’approccio bio-psico-sociale. Tale obiettivo è stato perseguito coinvolgendo adolescenti – 764 studenti del primo e del quarto anno di scuole medie superiori, di Napoli e provincia – in un percorso formativo, ispirato alla teoria dell’apprendimento situato (Lave et al. 1991) e principalmente focalizzato sul potenziamento di quelle abilità e competenze che possono fungere da fattori protettivi per lo sviluppo psicosociale in età evolutiva. Partendo dal presupposto che la qualità della vita è una questione sia individuale che sociale, un’enfasi particolare è stata posta sul ruolo positivo dell’efficacia personale e collettiva. Infatti, le percezioni di autoefficacia (Bandura, 1992), come evidenziato dai risultati di precedenti ricerche (Petrillo, Donizzetti, Caso, 2004), operano all’interno di una rete più complessa di variabili rilevanti per la salute ed agiscono come uno dei predittori più importanti dell’intenzione di mettere in atto comportamenti salutari, nonché della loro stessa attuazione (Schwarzer, Renner, 2000). Un aspetto originale di questo studio consiste nell’aver considerato come rilevante per la salute degli studenti, insieme all’efficacia personale, l’efficacia scolastica percepita (Petrillo, Caso, Donizzetti, in stampa). A tal fine, è stato definito un piano di ricerca di tipo quasi-sperimentale, che ha previsto una condizione formativa ed una di controllo, caratterizzata per l’assenza di formazione. Tramite un questionario strutturato, somministrato all’inizio e alla fine del percorso, sono state rilevate le seguenti variabili psicologiche: abitudini, credenze, aspettative, rischio personale e dei coetanei, intenzioni, efficacia personale e scolastica sulla salute, benessere e coping. Sono presentati i dati relativi ai confronti tra pre e post-test, che evidenziano il ruolo significativo dell’intervento nel potenziare l’efficacia scolastica ed alcuni ambiti dell’efficacia personale.

Promozione della salute nella scuola: risultati di una ricerca-intervento centrata sulle percezioni di efficacia personale e collettiva in adolescenza

PETRILLO, GIOVANNA;DONIZZETTI, ANNA ROSA;CASO, DANIELA
2007

Abstract

Viene presentato un contributo di ricerca-intervento che si è posto l’obiettivo di affrontare il tema della promozione della salute relativamente ad alimentazione, esercizio fisico, sessualità, uso dell’alcol e del tabacco, aderendo ad un’ottica globale ed integrata, in linea con l’approccio bio-psico-sociale. Tale obiettivo è stato perseguito coinvolgendo adolescenti – 764 studenti del primo e del quarto anno di scuole medie superiori, di Napoli e provincia – in un percorso formativo, ispirato alla teoria dell’apprendimento situato (Lave et al. 1991) e principalmente focalizzato sul potenziamento di quelle abilità e competenze che possono fungere da fattori protettivi per lo sviluppo psicosociale in età evolutiva. Partendo dal presupposto che la qualità della vita è una questione sia individuale che sociale, un’enfasi particolare è stata posta sul ruolo positivo dell’efficacia personale e collettiva. Infatti, le percezioni di autoefficacia (Bandura, 1992), come evidenziato dai risultati di precedenti ricerche (Petrillo, Donizzetti, Caso, 2004), operano all’interno di una rete più complessa di variabili rilevanti per la salute ed agiscono come uno dei predittori più importanti dell’intenzione di mettere in atto comportamenti salutari, nonché della loro stessa attuazione (Schwarzer, Renner, 2000). Un aspetto originale di questo studio consiste nell’aver considerato come rilevante per la salute degli studenti, insieme all’efficacia personale, l’efficacia scolastica percepita (Petrillo, Caso, Donizzetti, in stampa). A tal fine, è stato definito un piano di ricerca di tipo quasi-sperimentale, che ha previsto una condizione formativa ed una di controllo, caratterizzata per l’assenza di formazione. Tramite un questionario strutturato, somministrato all’inizio e alla fine del percorso, sono state rilevate le seguenti variabili psicologiche: abitudini, credenze, aspettative, rischio personale e dei coetanei, intenzioni, efficacia personale e scolastica sulla salute, benessere e coping. Sono presentati i dati relativi ai confronti tra pre e post-test, che evidenziano il ruolo significativo dell’intervento nel potenziare l’efficacia scolastica ed alcuni ambiti dell’efficacia personale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/309476
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact