Monografia su Ferdinando Chiaromonte (1902-1985) Professionista impegnato nei diversi settori dell’edilizia napoletana, ingegnere, architetto, docente universitario, Ferdinando Chiaromonte è una personalità di rilievo nel panorama architettonico della Napoli del ‘900. Il difficile periodo storico in cui ha lavorato e le alterne vicende che hanno attraversato la sua carriera non hanno restituito alla storia una conoscenza completa della sua opera, circostanza dovuta anche al fatto che il materiale grafico e documentario inerente la sua attività è risultato per lungo tempo disperso. Un’attenta opera di ricostruzione degli avvenimenti legati alla sua vita, resi attraverso il racconto di testimonianze inedite, fotografie, disegni e documenti originali, ha consentito di colmare una grossa lacuna storiografica, facendo piena luce sulla sua attività e parallelamente su alcuni episodi architettonici significativi della città di Napoli fino ad oggi rimasti inesplorati. Il lavoro di ricerca delle fonti, di scavo filologico, di interpretazione dei disegni e degli schizzi ha consentito di effettuare una ricognizione delle sue opere, rileggendo- attraverso l’analisi degli elementi e le costanti del suo linguaggio- le architetture di nuova attribuzione a confronto con quelle già note. La lettura critica di alcuni eventi ha confermato il ruolo di primo piano di Ferdinando Chiaromonte, non solo per gli episodi puntuali con cui ha voluto dare forma e riconoscibilità ad alcuni ambiti urbani, ma per la costanza e la coerenza con cui ha saputo riproporsi nel corso degli anni in numerosi progetti, di volta in volta connotati da modalità espressive diverse. Pertanto, alla luce di queste indagine, è stato possibile registrare i paradigmi ed i modelli operativi della sua opera, fondata su di un solido substrato teorico che nel tempo si è specificato e si è trasformato rispondendo ai più generali mutamenti culturali del tempo.

Ferdinando Chiaromonte. Disegni, opere, progetti

DI LUGGO, ANTONELLA;CASTAGNARO, ALESSANDRO
2008

Abstract

Monografia su Ferdinando Chiaromonte (1902-1985) Professionista impegnato nei diversi settori dell’edilizia napoletana, ingegnere, architetto, docente universitario, Ferdinando Chiaromonte è una personalità di rilievo nel panorama architettonico della Napoli del ‘900. Il difficile periodo storico in cui ha lavorato e le alterne vicende che hanno attraversato la sua carriera non hanno restituito alla storia una conoscenza completa della sua opera, circostanza dovuta anche al fatto che il materiale grafico e documentario inerente la sua attività è risultato per lungo tempo disperso. Un’attenta opera di ricostruzione degli avvenimenti legati alla sua vita, resi attraverso il racconto di testimonianze inedite, fotografie, disegni e documenti originali, ha consentito di colmare una grossa lacuna storiografica, facendo piena luce sulla sua attività e parallelamente su alcuni episodi architettonici significativi della città di Napoli fino ad oggi rimasti inesplorati. Il lavoro di ricerca delle fonti, di scavo filologico, di interpretazione dei disegni e degli schizzi ha consentito di effettuare una ricognizione delle sue opere, rileggendo- attraverso l’analisi degli elementi e le costanti del suo linguaggio- le architetture di nuova attribuzione a confronto con quelle già note. La lettura critica di alcuni eventi ha confermato il ruolo di primo piano di Ferdinando Chiaromonte, non solo per gli episodi puntuali con cui ha voluto dare forma e riconoscibilità ad alcuni ambiti urbani, ma per la costanza e la coerenza con cui ha saputo riproporsi nel corso degli anni in numerosi progetti, di volta in volta connotati da modalità espressive diverse. Pertanto, alla luce di queste indagine, è stato possibile registrare i paradigmi ed i modelli operativi della sua opera, fondata su di un solido substrato teorico che nel tempo si è specificato e si è trasformato rispondendo ai più generali mutamenti culturali del tempo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/301282
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact