Tra “Ragion poetica” e vita civile: Metastasio discepolo di Gravina e Caloprese