Nel volume si analizzano i programmi urbanistici, le principali realizzazioni architettoniche, le opere pubbliche e imprenditoriali che hanno segnato per quasi un secolo e mezzo la storia del Mezzogiorno. Al di là dei pregiudizi ideologici sulla politica borbonica, l’indagine ripercorre, attraverso documenti in larga misura inediti e un repertorio tematico sistematico, il ricco repertorio di progetti e di interventi pubblici, di trasformazioni urbane, di iniziative industriali che costituiscono autentici ‘primati’ della stagione preunitaria nel contesto europeo. Il territorio meridionale, le principali città del Regno e, in particolare, la capitale tra il Decennio francese e l'Unità, vengono indagati seguendo le vicende relative al lungo e dibattuto processo di infrastrutturazione richiesto dal nuovo Stato borghese e di dotazione di nuove attrezzature nella capitale e nei principali capoluoghi delle province del regno. Grazie alla formazione dei nuovi professionisti di Stato assicurata dall'istituzione, in epoca murattiana, della Scuola di Applicazione, e attraverso la conseguente opera degli ingegneri del Corpo di Ponti e Strade, vengono progettate le nuove tipologie dell'architettura pubblica, raggiungendo in molti casi risultati di alto profilo artistico e tecnico. Oltre all'idea generale del volume e all'impostazione della ricerca, A. Buccaro è autore in particolare, nella prima parte dell'opera, del saggio generale dal titolo "Architetture e città del Mezzogiorno dalla monarchia illuminata all'Unità", nonché di numerosi paragrafi, di cui è specificamente indicata l'attribuzione.

Architettura e urbanistica dell'età borbonica. Le opere dello stato, i luoghi dell'industria

BUCCARO, ALFREDO;
2004

Abstract

Nel volume si analizzano i programmi urbanistici, le principali realizzazioni architettoniche, le opere pubbliche e imprenditoriali che hanno segnato per quasi un secolo e mezzo la storia del Mezzogiorno. Al di là dei pregiudizi ideologici sulla politica borbonica, l’indagine ripercorre, attraverso documenti in larga misura inediti e un repertorio tematico sistematico, il ricco repertorio di progetti e di interventi pubblici, di trasformazioni urbane, di iniziative industriali che costituiscono autentici ‘primati’ della stagione preunitaria nel contesto europeo. Il territorio meridionale, le principali città del Regno e, in particolare, la capitale tra il Decennio francese e l'Unità, vengono indagati seguendo le vicende relative al lungo e dibattuto processo di infrastrutturazione richiesto dal nuovo Stato borghese e di dotazione di nuove attrezzature nella capitale e nei principali capoluoghi delle province del regno. Grazie alla formazione dei nuovi professionisti di Stato assicurata dall'istituzione, in epoca murattiana, della Scuola di Applicazione, e attraverso la conseguente opera degli ingegneri del Corpo di Ponti e Strade, vengono progettate le nuove tipologie dell'architettura pubblica, raggiungendo in molti casi risultati di alto profilo artistico e tecnico. Oltre all'idea generale del volume e all'impostazione della ricerca, A. Buccaro è autore in particolare, nella prima parte dell'opera, del saggio generale dal titolo "Architetture e città del Mezzogiorno dalla monarchia illuminata all'Unità", nonché di numerosi paragrafi, di cui è specificamente indicata l'attribuzione.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Buccaro Archit_urbanistica3.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.79 MB
Formato Adobe PDF
3.79 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Buccaro Archit_urbanistica1.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 4.32 MB
Formato Adobe PDF
4.32 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Buccaro Archit_urbanistica2.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 4.1 MB
Formato Adobe PDF
4.1 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/201780
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact