O. BECKER, Sulla caducità del bello e sulla natura avventurosa dell’artista