Su di alcune modifiche dei metodi normalmente adottati per la compensazione delle bussole magnetiche a bordo delle navi