Nello scritto si approfondisce il rapporto tra storia dell’architettura, restauro e rilievo fotogrammetrico attraverso l’esemplificazione costituita dall’analisi - storica e metrica - del campanile seicentesco della basilica di Sant’Agostino Maggiore in Napoli. L’applicazione fotogrammetrica, tenuto conto dei numerosi vincoli derivanti dal contesto urbano e dalla notevole altezza della fabbrica, ha fatto, in tal caso, uso di software di raddrizzamento DVP della LEICA.

Il campanile di Sant’Agostino Maggiore in Napoli. Fotogrammetria e conservazione della fabbrica

RUSSO, VALENTINA
2001

Abstract

Nello scritto si approfondisce il rapporto tra storia dell’architettura, restauro e rilievo fotogrammetrico attraverso l’esemplificazione costituita dall’analisi - storica e metrica - del campanile seicentesco della basilica di Sant’Agostino Maggiore in Napoli. L’applicazione fotogrammetrica, tenuto conto dei numerosi vincoli derivanti dal contesto urbano e dalla notevole altezza della fabbrica, ha fatto, in tal caso, uso di software di raddrizzamento DVP della LEICA.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/192497
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact