L'indagine ha il fine di dimostrare la cosciente e costante variazione da parte degli autori tardoantichi dei registri espressivi in relazione alle esigenze comunicative. Sono stati esaminati passi tratti dalle epistole di Sinesio di Cirene, dalle orazioni e dalle parafrasi aristoteliche di Temistio, dalla Scheda Regia di Agapeto diacono, dal de aedificiis di Procopio di Cesarea e dalle Novelle di Giustiniano.

Lingua e pubblico nel Tardoantico. Ricerche sul greco letterario dei secoli IV-VI

MATINO, GIUSEPPINA
1986

Abstract

L'indagine ha il fine di dimostrare la cosciente e costante variazione da parte degli autori tardoantichi dei registri espressivi in relazione alle esigenze comunicative. Sono stati esaminati passi tratti dalle epistole di Sinesio di Cirene, dalle orazioni e dalle parafrasi aristoteliche di Temistio, dalla Scheda Regia di Agapeto diacono, dal de aedificiis di Procopio di Cesarea e dalle Novelle di Giustiniano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/178786
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact