Il volume costituisce la prima ampia indagine critica sul concetto di “storia universale” in Benedetto Croce. Generalmente si considera Croce come un avversario dell’idea di “storia universale”. Il volume dimostra invece la sua centralità nell’orizzonte mentale del filosofo napoletano. Il volume è articolato in tre capitoli, che via via allargano l’orizzonte della ricerca. Il primo (“Storia universale e teoria della storia”) affronta l’indagine entro categorie storico-storiografiche. Il secondo (“Storia universale e storicità”) amplia l’analisi al livello della ricostruzione e dell’analisi filosofica dei concetti di “memoria storica”, “contemporaneità della storia”, “temporalità storica”, della contrapposizione di natura e storia, del rapporto fra storia e preistoria. Il terzo (“Crisi della civiltà e patologia dello spirito”) compie un ulteriore passo in avanti, collegando il concetto di storia universale all’interpretazione crociana della crisi della civiltà europea, ed elaborando l’inedito concetto della “patologia dello spirito”. Costruito in buona parte sull’utilizzazione di fonti poco note o utilizzate (tra cui la massa impressionante delle recensioni crociane), il volume raggiunge risultati di notevole originalità, rinnovando l’interpretazione di Croce, che ne emerge come uno dei più consapevoli interpreti della crisi della modernità.

Storia universale e patologia dello spirito. Saggio su Croce

CONTE, DOMENICO
2005

Abstract

Il volume costituisce la prima ampia indagine critica sul concetto di “storia universale” in Benedetto Croce. Generalmente si considera Croce come un avversario dell’idea di “storia universale”. Il volume dimostra invece la sua centralità nell’orizzonte mentale del filosofo napoletano. Il volume è articolato in tre capitoli, che via via allargano l’orizzonte della ricerca. Il primo (“Storia universale e teoria della storia”) affronta l’indagine entro categorie storico-storiografiche. Il secondo (“Storia universale e storicità”) amplia l’analisi al livello della ricostruzione e dell’analisi filosofica dei concetti di “memoria storica”, “contemporaneità della storia”, “temporalità storica”, della contrapposizione di natura e storia, del rapporto fra storia e preistoria. Il terzo (“Crisi della civiltà e patologia dello spirito”) compie un ulteriore passo in avanti, collegando il concetto di storia universale all’interpretazione crociana della crisi della civiltà europea, ed elaborando l’inedito concetto della “patologia dello spirito”. Costruito in buona parte sull’utilizzazione di fonti poco note o utilizzate (tra cui la massa impressionante delle recensioni crociane), il volume raggiunge risultati di notevole originalità, rinnovando l’interpretazione di Croce, che ne emerge come uno dei più consapevoli interpreti della crisi della modernità.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Abstract per valutazione. Croce.doc

non disponibili

Tipologia: Abstract
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 47 kB
Formato Microsoft Word
47 kB Microsoft Word   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/177365
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact