Le periferie di Napoli suggeriscono una reinterpretazione in chiave geografica e di paesaggio urbano del concetto di quartiere. E' la geomorfologia dei luoghi a determinare i nuovi limiti delle parti urbane. Il che non esclude anzi contempla come assunzione di fondo una conformazione interna per frammenti ed episodi discontinui tra cui si ritrovano quegli stessi nuclei storici e di edilizia pubblica che in origine identificavano i quartieri periferici.La tesi è supportata da una riflessione teorica sul concetto di quartiere e dalla sperimentazione nella conca Flegrea con il progetto per Coroglio Bagnoli di cui l'autrice è stata una dei consulenti per la progettazione.

Napoli. Geografia e quartiere

PAGANO, LILIA
2002

Abstract

Le periferie di Napoli suggeriscono una reinterpretazione in chiave geografica e di paesaggio urbano del concetto di quartiere. E' la geomorfologia dei luoghi a determinare i nuovi limiti delle parti urbane. Il che non esclude anzi contempla come assunzione di fondo una conformazione interna per frammenti ed episodi discontinui tra cui si ritrovano quegli stessi nuclei storici e di edilizia pubblica che in origine identificavano i quartieri periferici.La tesi è supportata da una riflessione teorica sul concetto di quartiere e dalla sperimentazione nella conca Flegrea con il progetto per Coroglio Bagnoli di cui l'autrice è stata una dei consulenti per la progettazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/174364
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact