Vengono indicati gli argomenti che, nonostante i numerosi studi oggi disponibili, l’autore ritiene essere meritevoli di ulteriore attenzione nel definire ed eventualmente sperimentare nuovi assetti della distribuzione urbana delle merci. Essi sono: l’ampiezza dell’area di intervento (deve essere tale da giustificare un rinnovo totale negli assett degli operatori e non l’attivazione di modalità parallele alla esistente), la durata del primo esperimento (sufficientemente lunga per ammortizzare gli investimento degli operatori), la presa in esame dei numerosi soggetti con competenza e/o interesse al problema (occorre condivisione sostanziale delle proposte), previsione di inserimento della nuova organizzazione nelle catene logistiche a monte della distribuzione urbana (per garantire aumento di efficienza e non arretramento), i connotati del nuovo gestore (terzo rispetto a tutti gli operatori, durante l’esperimento e a regime), il coordinamento degli interventi sul territorio necessari per il modello proposto e la normativa urbanistica vigente.

Interporti, centri di distribuzione e transit point per la distribuzione urbana delle merci

DE LUCA, MARINO
2006

Abstract

Vengono indicati gli argomenti che, nonostante i numerosi studi oggi disponibili, l’autore ritiene essere meritevoli di ulteriore attenzione nel definire ed eventualmente sperimentare nuovi assetti della distribuzione urbana delle merci. Essi sono: l’ampiezza dell’area di intervento (deve essere tale da giustificare un rinnovo totale negli assett degli operatori e non l’attivazione di modalità parallele alla esistente), la durata del primo esperimento (sufficientemente lunga per ammortizzare gli investimento degli operatori), la presa in esame dei numerosi soggetti con competenza e/o interesse al problema (occorre condivisione sostanziale delle proposte), previsione di inserimento della nuova organizzazione nelle catene logistiche a monte della distribuzione urbana (per garantire aumento di efficienza e non arretramento), i connotati del nuovo gestore (terzo rispetto a tutti gli operatori, durante l’esperimento e a regime), il coordinamento degli interventi sul territorio necessari per il modello proposto e la normativa urbanistica vigente.
8854800844X
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/117818
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact