La globalizzazione viene spesso rappresentata come un processo ineluttabile col quale, volenti o nolenti, bisogna fare i conti. Tuttavia, la tesi di questo libro è che la globalizzazione, nata nelle scienza sociali come metafora destinata a rappresentare i processi di crescente integrazione e interdipendenza che sembrano caratterizzare l'attuale fase dell'economia mondiale, vada piuttosto intesa come la bandiera ideologica di un progetto di analisi e gestione del mondo improntato a una nuova ortodossia economica di stampo conservatore o "neoliberista", che ha sostituito il consenso keynesiano del periodo postbellico. Elementi centrali di questa svolta appaiono, da un lato, il ritorno alla ribalta della finanza privata e, dall'altro, il il passaggio della politica estera degli Stati Uniti da un orientamento di unilateralismo egemonico a uno di multilateralismo imperialista, basato sul ruolo predominante all'interno delle organizzazioni internazionali da essi acquisito all'apice della loro egemonia. Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo delle istituzioni multilaterali nella produzione e nella diffusione della "ideologia della globalizzazione" e nella sua imposizione su scala planetaria.

Globalizzazione. Breve storia di un'ideologia

VENTRONE, ORESTE
2004

Abstract

La globalizzazione viene spesso rappresentata come un processo ineluttabile col quale, volenti o nolenti, bisogna fare i conti. Tuttavia, la tesi di questo libro è che la globalizzazione, nata nelle scienza sociali come metafora destinata a rappresentare i processi di crescente integrazione e interdipendenza che sembrano caratterizzare l'attuale fase dell'economia mondiale, vada piuttosto intesa come la bandiera ideologica di un progetto di analisi e gestione del mondo improntato a una nuova ortodossia economica di stampo conservatore o "neoliberista", che ha sostituito il consenso keynesiano del periodo postbellico. Elementi centrali di questa svolta appaiono, da un lato, il ritorno alla ribalta della finanza privata e, dall'altro, il il passaggio della politica estera degli Stati Uniti da un orientamento di unilateralismo egemonico a uno di multilateralismo imperialista, basato sul ruolo predominante all'interno delle organizzazioni internazionali da essi acquisito all'apice della loro egemonia. Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo delle istituzioni multilaterali nella produzione e nella diffusione della "ideologia della globalizzazione" e nella sua imposizione su scala planetaria.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ventrone - 2004 - Globalizzazione. Breve storia di un'ideologia.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 9.18 MB
Formato Adobe PDF
9.18 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/116408
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact