Nella sua quinta Satira (sferzante, enigmatica in parte), Persio (5.88 ss.) afferma che allo schiavo era lecita qualsiasi cosa tranne quanto fosse vietato dalla rubrica di Masurio. Contrariamente all’opinione degli studiosi per i quali il riferimento alla rubrica sarebbe da intendersi come un richiamo al diritto in genere, si cerca di dimostrare come l’uso di questo vocabolo fornisca un’importante indicazione tipologica sull’opera di Masurio Sabino. Dalla lettura congiunta di un passo di Gellio (NA. 5.19.11-12), in cui si rinviene un limite netto posto da Masurio Sabino alla condizione giuridica degli schiavi manomessi e della quinta Satira, si può concludere che il poeta avesse richiamato un divieto giuridico ben individuato come conseguenza della manomissione, divieto attribuibile nella sua genesi proprio ad un intervento del giurista. La rubrica Masuri di Persio si riferirebbe cioè alla netta posizione di Masurio Sabino in tema di adozione dei liberti, al divieto di ‘invasione’ dei cd. iura ingenuorum. [=in φιλία. Scritti per G. Franciosi III (Napoli 2007)1689-1699].

Un'ipotesi sulla Masuri rubrica di Pers. Sat. 5.90

MASI, CARLA
2006

Abstract

Nella sua quinta Satira (sferzante, enigmatica in parte), Persio (5.88 ss.) afferma che allo schiavo era lecita qualsiasi cosa tranne quanto fosse vietato dalla rubrica di Masurio. Contrariamente all’opinione degli studiosi per i quali il riferimento alla rubrica sarebbe da intendersi come un richiamo al diritto in genere, si cerca di dimostrare come l’uso di questo vocabolo fornisca un’importante indicazione tipologica sull’opera di Masurio Sabino. Dalla lettura congiunta di un passo di Gellio (NA. 5.19.11-12), in cui si rinviene un limite netto posto da Masurio Sabino alla condizione giuridica degli schiavi manomessi e della quinta Satira, si può concludere che il poeta avesse richiamato un divieto giuridico ben individuato come conseguenza della manomissione, divieto attribuibile nella sua genesi proprio ad un intervento del giurista. La rubrica Masuri di Persio si riferirebbe cioè alla netta posizione di Masurio Sabino in tema di adozione dei liberti, al divieto di ‘invasione’ dei cd. iura ingenuorum. [=in φιλία. Scritti per G. Franciosi III (Napoli 2007)1689-1699].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/107163
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact