Ancora sul "disdegno" di Guido (coinvolgendo Cino) e sul "dolce stil novo"