Il contributo sottolinea i punti di luce e le zone d’ombra della disciplina del settore radiotelevisivo. In particolare, dopo aver individuato in maniera compiuta i profili d’incompatibilità comunitaria della legge Gasparri (l. 112/2004), l’Autrice si interroga se il c. d. disegno di legge Gentiloni (A.C. 1825, XV Leg.) possa rappresentare l’adeguata risposta regolatoria al primo; rispetto a tale proposta vengono evidenziati i suoi pregi e difetti in base alla teoria degli effetti benefici dell’economic regulation sui meccanismi competitivi.

Il disegno di legge Gentiloni sulla disciplina del settore televisivo: luci e ombre.

DE MINICO, GIOVANNA
2007

Abstract

Il contributo sottolinea i punti di luce e le zone d’ombra della disciplina del settore radiotelevisivo. In particolare, dopo aver individuato in maniera compiuta i profili d’incompatibilità comunitaria della legge Gasparri (l. 112/2004), l’Autrice si interroga se il c. d. disegno di legge Gentiloni (A.C. 1825, XV Leg.) possa rappresentare l’adeguata risposta regolatoria al primo; rispetto a tale proposta vengono evidenziati i suoi pregi e difetti in base alla teoria degli effetti benefici dell’economic regulation sui meccanismi competitivi.
ASTRID RASSEGNA
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DEMINICO_ddlGentiloni-TV-per-ASTRID.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 87.9 kB
Formato Adobe PDF
87.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/103373
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact