Percezioni di sé, spazio e tempo, nel regime della cosiddetta flessibilità