Il fallimento d'ufficio tra "essere" e "apparire" costituzionalmente illegitimo