L’articolo esamina i fondamenti medico-legali che stanno alla base della nuova normativa sul cosiddetto “danno biologico” la quale ha introdotto il concetto della ridotta o abolita efficienza fisiopsichica in luogo della non più attuale “compromessa attitudine lavorativa”, indipendentemente da ogni riferimento alla capacità di produrre reddito. Inoltre, vengono discussi alcuni aspetti applicativi specifici della nuova norma (D.Lgs 38/00) utili per la valutazione e liquidazione del danno biologico, attraverso l’uso di tre distinte tabelle, relative alle menomazioni,all’indennizzo ed ai coefficienti base.

L'approdo del danno biologico nel sistema indennitario INAIL: motivazioni e contenuti medico-legali

BUCCELLI, CLAUDIO
2004

Abstract

L’articolo esamina i fondamenti medico-legali che stanno alla base della nuova normativa sul cosiddetto “danno biologico” la quale ha introdotto il concetto della ridotta o abolita efficienza fisiopsichica in luogo della non più attuale “compromessa attitudine lavorativa”, indipendentemente da ogni riferimento alla capacità di produrre reddito. Inoltre, vengono discussi alcuni aspetti applicativi specifici della nuova norma (D.Lgs 38/00) utili per la valutazione e liquidazione del danno biologico, attraverso l’uso di tre distinte tabelle, relative alle menomazioni,all’indennizzo ed ai coefficienti base.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/100023
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact